Il sorriso di Ricadi

A Ricadi, sulla strada principale, tra due casette di due piani, ci sono i resti di quella che una volta sembra essere stata un’altra casetta. Caduta su se stessa, ha lasciato crescere tra i ruderi vari tipi di erbacce. Cadendo, ha portato con sé una parte del muro destro della casa di sinistra e una parte del muro sinistro della casa di destra dove si nota un legno obliquo che forse, in un’altra epoca, doveva servire da sostegno. Il verde delle ortiche e l’arancio dei mattoni disegnano il profilo della casina gialla a sinistra. Al pian terreno di quest’ultima, uno studio fotografico. Al primo ed ultimo piano, un appartamento.

Ricadi sorride come un bambino a cui sia caduto un incisivo.